22 agosto 2018 | 9:01
You are here:  / Eventi Bike99 / gare / gare mtb / 12 Settembre I° Memorial “Elpidio Fiorenza” GF di MTB Campo Felice

12 Settembre I° Memorial “Elpidio Fiorenza” GF di MTB Campo Felice

I Memorial “Elpidio Fiorenza” GranFondo di MTB, Campo Felice (AQ)

Resoconto Gara di di Paolo Ossiani

12 settembre 2010, Campo Felice (AQ)

LucoliBike2010-locandina…Poteva andare molto peggio! Pacchi gara senza il cacio dei DiCarlo, perdita di sensibilità ai polpastrelli di entrambe le mani per il primo freddo, visioni mistiche ricorrenti (ndr) con senso di vuoto improvviso già alla partenza, denti ballerini (salsa e merenghe …ma anche un pò di rock&roll acrobatico) nel discesone di Santa Croce e pasta-party a pennette aglio e olio.
Ma raccontiamo obiettivamente i fatti che hanno scongiurato queste impreviste ed imprevedibili conseguenze.Â
Alle ore 07,00 Paolossiani e Maxolla sono già in “zona iscrizioni”. E’ tutto pronto, manca il pc. Le prime imprecazioni della mattinata si diffondono sulla piana giacchè Mimmogiancristofaro, l’uomo dalla microcalcolatrice tascabile istallata sottopelle e titolare indiscusso di elevata sapienza informatica tarda ad arrivare. All’improvviso un monovolume nella nebbia. Arriva, sgomma, scende baldanzoso e si scusa col suo noto savoir-faire motivando l’ingiustificato ritardo (diverse torme di scoiattoli ubriachi d’amore gli avrebbero attraversato la strada rallentandone il passo).Â
Intanto ecco la folta rappresentanza Bike99! Arriva Alessandrin’arrigoni a dare man forte, Lella (angelo sulle nostre spalle), Stefanoiacone, Piergiorgiolla, Cargini e l’idolo di casa Piripò (Maurizioparisse per gli amici), il gran favorito, che subito si tuffa sulla caffeina della vecchia Saeco assumendone quantità al limite del lecito. Dopodichè scompare nella foschia, in raccoglimento, preceduto da un bonzo. I primi atleti ad arrivare, come al solito, sono gli scannesi, seguiti dai barreani e da qualche oriundo proveniente dalla Capitale e dalla più vicina Rieti. Si piangono i cugini abruzzesi della costa, che arrivano sul filo di lana. Mentre Alessandrin’arrigoni impartisce sommarie e lacunose indicazioni sul tracciato (v. nota a piè pagina), un chietino, rivolgendosi a Paolossiani, fieramente esclama: “….la merd e lu pisch s’arriunisch”… Il suo modo per domandare dove siano le toilettes.
Alle ore 09,15 il grangiurì della FCI ordina di chiudere le iscrizioni mentre con estrema calma arrivano i Menghini.Â
Ore 10,00: tutti i 60 partenti sono schierati a ridosso della linea. Mancano solo i giudici di gara, Paolossiani e Mimmogiancristofaro, ormai fuori controllo, che autisticamente ripete …”driver stampante, driver stampante, driver stampante……”.Â
Ore 10,03…VIA ALLA GARA! Celsinopetrocco, pluridecorato campione provinciale, si butta a capo fitto sulla ruota buona che lo precede. Paolossiani al suo fianco. Stefanoiacone, Piergiorgiolla e Maxolla davanti. Sempre più avanti, sempre in  colonna Piripò supernatural! A seguire Mimmoianni e Cargini (prima gara della loro carriera), FabTen, Lucasalute, Marc’amarii, l’inossidabile Pera e Italocorrado.
I primi km sono veloci, molto veloci. Si prendono posizioni. Di lì a scendere verso il primo fontanile di Prato Capito è un tripudio di colori già autunnali. Tra Paoloossiani e Stefanoiacone si inserisce un atleta valdostano, nel giorno sbagliato: un volo di tre metri consente all’amico della Grand Combin di sfoderare il suo tuffo carpiato migliorato nei lunghi anni di nuoto trascorsi a LaThuile. Un urlo, un secondo urlo. Ma sono grida di gioia. Non è successo nulla al folle pedalatore che ritroveremo al pasta party gridando al miracolo e ringraziando Santa Pedivella. Ma dietro ogni momento lieto può nascondersi il dramma. Infatti Paolossiani, euforico per trovarsi tra i primi 15, perde il controllo della situazione: la camera d’aria posteriore esplode fragorosamente per l’ennesima volta sul parterre di gara. Le imprecazioni si diffondono per tutta la valle, passando da Tornimparte ed arrivando sino a Barete, dimora abituale di Francocheli! Mentre lo sfortunato, come colpito da fatale fucilata si accascia sgomento, vede passare i ragazzi della Bike99: Marc’amarii, FabTen, Lucasalute (anch’egli reduce da tuffo carpiato), Pera, Italocorrado, Cargini e Mimmogiancristofaro (che tenta di lenirgli le sofferenze dimostrando grande solidarietà).Â
Alla fine del discesone (deviazione per Collimento), l’atmosfera è completamente irreale, ovattata. Soltanto il mezzo-scopa riporta gli sportivi alla realtà: vengono prelevati da un pickup bianco smarmittato il Carfagna, Andreapace e Paolossiani, che tenta il suicidio in un cocktail esplosivo fatto di barrette, carbogel e magnesio.Â
Il Carfagna chiede al quindicenne autista del pickup di lasciarci sull’ultimo costone, almeno per vedere arrivare i primi atleti. Dopo poche decine di minuti, all’orizzonte, le prime due figure solcano l’ultima carrereccia seguite da una ben nota casacca nero-verde: quella di Piripò! Il divino del pedale cerca la massima concetrazione psicofisica e si appresta al massimo sforzo per dimostrare ai due che precedono chi sia degno di sfoggiare il titolo di “Granduca delle pedivelle”. Una salva di pedalate potenti e sincronizzate, una strategia di cambi degna della migliore formazione ciclistica gli permettono di tagliare il traguardo come 3° assoluto e 1° di categoria! Pronostico ampliamente atteso: quando vuoi essere il numero uno non importa chi sia il tuo avversario, tanto prima o poi dovrai batterli tutti. Mentre gli sventurati del pedale, appollaiati sul costone, si apprestano a raggiungere la linea del traguardo per le dovute congratulazioni agli amici e compagni di squadra, il giudice di gara si rivolge allo sconsolato Paolossiani…”i partit’ a razz, i finit’ a cazz’ ” invitandolo poi a sfornare le classifiche assolute e di categoria a tempo di record. A seguire lauto pasta-party, a cui Paolossiani e Mimmogiancristofaro parteciperanno come special-guest finali (a pasta scotta) essendo stati impegnati sino alla fine delle premiazioni con le scartoffie della FCI, la pulizia dell’ambulanza della CRI e la clorurizzazione delle docce. Mosse a compassione, le signore della proloco, gli hanno preparato i sacchetti per la sera con una serie di avanzi.

Non ricordo se sia stato fatto ma… UN RINGRAZIAMENTO PER QUELLA SPLENDIDA GIORNATA A TUTTA LA BIKE99… E il prox anno chi gioca a fare il responsabile???Â

Descrizione Percorso di Gara

Tema Ciclo escursionistico: Gara di MTB Spec. Gran Fondo
Partenza-Arrivo: hotel La Vecchia Miniera presso la stazione sciistica CAMPO FELICE (quota 1540mt slm). Come arrivare.
Dislivello: 1.500 metri
Quota Max: 1.633
Quota Min: 850
Giri: unico per tutte le categorie
Lunghezza giro: 32Km
Percentuale ciclabilità: 100% (ciclabilità salita 100%, ciclabilità discesa 100%)
Percentuale di percorso a fondo naturale:  60% fondo sterrato, 40% fondo erboso
Pendenza max discesa: 17%
Pendenza max salita: 22%
Guarda la scheda di interpretazione percorsi

Guarda il Tracciato con Google Maps

Le foto del percorso qui.

Ulteriori info sul sito della Pro Loco di Lucoli organizzatrice della gara

Risultati gara

Informazioni:

Il percorso, di 32 km circa, si sviluppa interamente nel territorio del comune di Lucoli; si parte dall’hotel “La Vecchia Miniera” presso la stazione sciistica CAMPO FELICE (quota 1540mt slm) dove si ammira una splendida piana e dalla quale si possono vedere, sullo sfondo, gli impianti sciistici invernali.
Si attraversa la parte bassa della valle verso il “valico della chiesola” (quota 1633 punto più alto della gara) per poi iniziare una lunga discesa, a volte molto tecnica, che ci porterà alla frazione S. Croce di Lucoli. La discesa è caratterizzata da un’ ampia strada carrozzabile e attraversa una valle dal panorama mozzafiato.
Dalla frazione S. Croce si scende ancora nella frazione Prata di Lucoli, e si raggiunge la parte più bassa della gara (quota 850 mt circa). Da qui si risale Prima nell’abitato della Fraz Collimento di Lucoli e poi, dopo un tratto in salita asfaltato di circa 2,5 km, si affronta una strada sterrata, dove i bikers potranno espimere tutta la loro potenza, fino all’arrivo posto anch’esso alla vecchia miniera.
A fine gara  pasta party per tutti gli iscritti , quota di partecipazione 10Euro fino alle 12 del 11.09.2010 e di Euro 13 il giorno della gara. In gara vige il regolamento FCI , casco obbligatorio.

Come arrivare:
DA ROMA: autostrada A24 direz TERAMO uscita TORNIMPARTE e direzione CAMPO FELICE
DA TERAMO: autostrada A24 direz ROMA uscita TORNIMPARTE e direzione CAMPO FELICE
DA PESCARA: autostrada A25 direz ROMA fino ad innesto autostrada A24 poi direz TERAMO
uscita TORNIMPARTE e direzione CAMPO FELICE. Ulteriori info.

Programma:
RITROVO : iscrizioni e controllo tessere presso l’Hotel “La Vecchia Miniera” presso la stazione sciistica CAMPO FELICE dalle ore 8,00 alle ore 9,15.
PARTENZA: Gara ore 9,30;
PERCORSO: Gara in Anello di circa 32km, unico percorso per tutte le categorie di appartenenza, regolamento FCI;
QUOTA DI PARTECIPAZIONE: Gara: Euro10 (pacco gara compreso) fino alle 12 del 11.09.2010 e di Euro 13 il giorno della gara.
PREMIAZIONE: Saranno premiati i primi 5 di ogni categoria.
PASTA PARTY: Pasta Party per tutti i partecipanti
RESPONSABILITA’: E’ fatto obbligo a tutti i partecipanti dell’uso del casco rigido protettivo, per quanto non compreso nel presente regolamento vigono le norme generali che regolano l’attività cicloamatoriale della F.C.I.
PREISCRIZIONE: e’ obbligatoria la preiscrizione entro il giorno 11 Settembre 2010, effettuata, per i tesserati FCI tramite il siatema on-line fattore-k della FCI, per i tesserati degli enti della consulta via fax al n. 0862.1960402 o per e.mail a info@bike99.it. Dati richiesti Gara : Nome, Cognome, n. Tessera, Data di nascita. Società di appartenenza ed Ente di affiliazione.

 

LEAVE A REPLY